Tag: TAV

DANIELE CAPEZZONE A CONFRONTO CON I CIRCOLI DELL’AMBIENTE

DANIELE CAPEZZONE A CONFRONTO CON I CIRCOLI DELL’AMBIENTE.

 

(1 ottobre) – Daniele Capezzone, Portavoce del Popolo della Libertà, parteciperà all’evento “Dalla Crisi Economica alla Crisi Ambientale” organizzato dai Circoli dell’Ambiente il 3 ottobre presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati: sarà intervistato dal Presidente dell’associazione, Alfonso Maria Fimiani, sul tema de “La Crisi dell’Ambientalismo”.

“Siamo tutti grati all’On. Capezzone per la disponibilità che ha sempre mostrato nei nostri confronti: in un momento come quello attuale il dialogo è l’unico mezzo per il recupero del necessario rapporto di fiducia tra la politica e la società civile” ha dichiarato Fimiani, che continua: “Di certo le domande non saranno accomodanti: tratteremo temi scottanti come il TAV, l’Ilva, l’Alcoa, ma chiederemo anche un impegno, da parte del PdL, a presentare alle prossime elezioni regionali in Sicilia e nel Lazio e politiche un programma che ponga al centro la ‘Crescita Sostenibile’, la proposta di sviluppo che abbiamo inserito nel nostro Manifesto, presentato il 26 settembre alla Camera dei Deputati. Non possiamo non essere critici con chi ci amministra, a tutti i livelli” conclude “e dopo l’annuncio del Ministro Clini della chiusura di ogni pratica riguardante il Ponte sullo Stretto lo siamo ancor di più nei confronti del ‘Governo Tecnico’. Al contempo, sia chiaro, prendiamo le distanze da ogni forma di anti-politica, che nella storia dell’Ambientalismo italiano, quello dei ‘NO a prescindere’, ha imperato per mezzo secolo: io credo che l’impegno e l’entusiasmo dei nostri Giovani sia la miglior risposta all’antipolitica ed il fatto che tale risposta venga non dalla politica stessa, ma dalla società civile, mi preoccupa non poco”.

 

 

 

La S.V. è invitata a partecipare a

 

“DALLA CRISI ECONOMICA

ALLA CRISI AMBIENTALE”

3 ottobre 2012

Sala Delle Colonne – Camera dei Deputati

Roma – Via Poli n. 19

 

Ore 9.30

La Crisi Energetica

 

Intervengono

Damiano Balzarini

Rosanna Cerbo

Sen. Andrea Fluttero

Giuseppe Quartieri

Ettore Ruberti

Paolo Saraceno

Modera

Iris Pellegrini

 

Ore 12.00

La Crisi dell’Ambientalismo

 

Alfonso Maria Fimiani

Intervista

Daniele Capezzone

 

 

Ore 15.30

La Crisi Infrastrutturale

 

Intervengono

Damiano Balzarini

Giampiero Joime

Romeo La Pietra

Attilio Lombardi

On. Roberto Tortoli

 

In attesa di conferma

ACEA

Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani

 

Modera

Ludovica Scarpone

 

 

 

 

Per l’ingresso è necessario accreditarsi inviando i propri dati a segreteria@icircolidellambiente.it entro e non oltre il 1.10.2012.

 

BENE RASSICURAZIONI FRANCIA SU TAV, DA LORO ESISTE AMBIENTALISMO RAGIONEVOLE

CIRCOLI AMBIENTE: BENE RASSICURAZIONI FRANCIA SU TAV, DA LORO ESISTE AMBIENTALISMO RAGIONEVOLE.

 

(13 luglio) – Dopo l’annuncio di Le Figaro del taglio dei fondi per la Torino-Lione, arriva la prima smentita, seppur indiretta, da parte dell’ambasciatore Alain Le Roy e riportata dal Commissario Straordinario Mario Virano.

“Francamente ritengo che una presa di posizione da parte di Hollande sia superflua: diffido sempre, per deformazione professionale, degli annunci-spot e credo che, in ogni caso, la Francia, dopo aver sottoscritto l’accordo programmatico ed aver preso l’impegno di fronte a tutta l’Europa, non possa tirarsi indietro ed opporsi al completamento del Corridoio 5 Lisbona-Kiev, che non è una infrastruttura nata da un capriccio di una risicata maggioranza, ma una infrastruttura indispensabile per l’integrazione e lo sviluppo dell’intera Unione Europea”. È quanto ha dichiarato Alfonso Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente, che continua: “La Francia ha sempre dimostrato grande serietà e sensibilità verso le tematiche ambientali ed è anzi il Paese pioniere a cui bisognerebbe più spesso ispirarsi. La Charte de l’Environnement, il loro Codice, il loro ambientalismo partecipato ed anche e soprattutto il senso di responsabilità messo sempre in campo dalle loro associazioni di categoria andrebbero importati immediatamente in questa nostra Italia, troppo spesso vittima ed ostaggio di pochi violenti che hanno tutt’altro interesse rispetto a quello della salvaguardia dell’ecosistema. L’ambientalismo ragionevole francese non dice ‘NO’ all’Alta Velocità ed all’Alta Capacità. Il nuovo ambientalismo ragionevole italiano si sta adeguando: è per questo che lo scorso 22 marzo abbiamo presentato alla Camera i Comitati Sì-TAV. Le infrastrutture sono volano e simbolo di crescita e sviluppo, non possiamo rinunciarvi. La nostra battaglia per portare il TAV fino a Palermo non si arresterà, così come non abbandoneremo quella per il Ponte sullo Stretto: nonostante non sia ritenuto prioritario dall’attuale Governo, è un’opera grandiosa che rilancerà il ‘Marchio Italia’ in giro per il Mondo e consentirà che non ci siano più cittadini di Serie A e cittadini di Serie B”.

CIRCOLI AMBIENTE: TOLLERANZA ZERO CONTRO VIOLENZA CHE SI NASCONDE DIETRO NO TAV

CIRCOLI AMBIENTE: TOLLERANZA ZERO CONTRO VIOLENZA CHE SI NASCONDE DIETRO NO TAV.

(28 giugno) – “Ancora pietre e petardi lanciati da un gruppo di incappucciati contro le forze dell’ordine: qui la difesa dell’ambiente non c’entra davvero nulla! Ora basta! Tolleranza zero contro i violenti che si nascondono dietro i NO TAV: sia la parte genuina dei manifestanti ad isolarli e prenderne le distanze immediatamente e lo Stato intervenga per punirli!”. È la reazione di Alfonso Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente, alla notizia del nuovo blitz in Val di Susa: “Non possiamo pensare di rimanere tagliati fuori dal mercato europeo, inteso a trecentosessanta gradi: sarebbe pura follia e neanche prendo in considerazione la possibilità. L’Alta Velocità e l’Alta Capacità sono irrinunciabili ed è per questo motivo che abbiamo fondato e presentato alla Camera, lo scorso marzo, i Comitati Sì-TAV, che stanno nascendo in tutta la Penisola: le infrastrutture sono volano e simbolo di crescita e sviluppo, non possiamo rinunciarvi. La nostra battaglia per portare il TAV fino a Palermo non si arresterà, così come non abbandoneremo quella per il Ponte sullo Stretto: nonostante non sia ritenuto prioritario dall’attuale Governo, è un’opera grandiosa che rilancerà il ‘Marchio Italia’ in giro per il Mondo e consentirà che non ci siano più cittadini di Serie A e cittadini di Serie B”.

www.icircolidellambiente.it

https://circolidellambienteblog.wordpress.com/  (Blog dei comunicati stampa)

segreteria@icircolidellambiente.it

+39 393 1031722