Tag: Fimiani

AUMENTO IVA SU PELLET SAREBBE ENNESIMO REGALO A LOBBIES DEGLI IDROCARBURI

CIRCOLI AMBIENTE: AUMENTO IVA SU PELLET SAREBBE ENNESIMO REGALO A LOBBIES DEGLI IDROCARBURI.

“Dopo l’approvazione del Decreto Sblocca Italia, ribattezzato da molti ‘Sblocca Trivelle’, il Governo dimostra ancora una volta tutta la propria simpatia per le lobbies degli idrocarburi e ripropone un emendamento alla Legge di Stabilità già bocciato alla Camera tentando di imporre l’aumento dell’IVA sul pellet dal 10 al 22%”.

Leggi il seguito di questo post »

I CIRCOLI DELL’AMBIENTE NELLE SCUOLE DELLA CAMPANIA PER RIDURRE I RIFIUTI

I CIRCOLI DELL’AMBIENTE NELLE SCUOLE DELLA CAMPANIA PER RIDURRE I RIFIUTI.

 

“Scuola ed Ambiente”: questo è il binomio su cui puntano i Circoli dell’Ambiente e della Cultura Rurale. Nel solco della proficua e consolidata collaborazione con le Istituzioni i Circoli hanno scelto gli Istituti scolastici, in particolare quelli primari e secondari, per diffondere le iniziative ed i progetti collegati al progetto “Il nostro rifiuto, la vostra risorsa” (http://www.ilnostrorifiutolavostrarisorsa.info). Attraverso un’opera di coinvolgimento attivo i membri dei Circoli della Campania hanno svolto una campagna di sensibilizzazione volta alla creazione di una sensibilizzazione delle nuove generazioni sulle tematiche della riduzione dei rifiuti, del riciclo e delle abitudini e stili di vita eco-compatibili in accordo con le direttive e gli indirizzi della UE. “Sono soddisfatta per i risultati raggiunti – afferma Marinella Laudisio, Vice Presidente dei Circoli dell’Ambiente – perché la nostra associazione si conferma una realtà viva ed in evoluzione grazie soprattutto all’entusiasmo ed alla creatività dei soci che attivamente di prodigano quotidianamente sul territorio per portare avanti le nostre battaglie all’insegna della collaborazione e di un ambientalismo attivo e propositivo, scevro di qualsiasi strumentalizzazione e presa di posizione aprioristica. Auspico che le ottime iniziative varate nell’ambito scolastico possano dare nuovo impulso al dibattito sui temi dell’ambientalismo e della difesa del territorio”. Le fa eco il Presidente Alfonso Fimiani: “Il nostro progetto va avanti ormai da più di tre anni: siamo partiti da un piccolo Comune della Provincia di Salerno per portare la nostra iniziativa in giro per l’Italia, ma è soprattutto nella nostra Campania che dobbiamo agire con forza. Abbiamo in cantiere altre importanti iniziative riguardanti la Terra dei Fuochi: metteremo le Istituzioni di fronte alle loro responsabilità”.

3 dicembre 2013

CIRCOLI AMBIENTE: MAXI MULTA UE PER RIFIUTI, TERMOVALORIZZATORI UNICA ALTERNATIVA SERIA A DISCARICA.

CIRCOLI AMBIENTE: MAXI MULTA UE PER RIFIUTI, TERMOVALORIZZATORI UNICA ALTERNATIVA SERIA A DISCARICA.

 

(24 ottobre) – La Commissione Europea, su iniziativa del Commissario Potocnik, ha deferito l’Italia alla Corte di giustizia dell’Unione europea ed imposto una multa di 56 milioni di euro, oltre un’ammenda giornaliera fino alla regolarizzazione dell’infrazione.

“I termovalorizzatori sono, allo stato attuale, l’unica vera alternativa alla discarica per il trattamento del rifiuto indifferenziato: senza impianti Regioni come la Campania ed il Lazio non usciranno mai dalla crisi”. È quanto dichiarato da Alfonso Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente, che continua: “Il problema della sanzione europea è davvero l’ultimo nella scala dei valori: la priorità assoluta è risolvere una emergenza ambientale che rischia di compromettere la salute dei cittadini dei territori interessati. L’azione deve essere sinergica ed immediata: gli enti locali devono avviare un programma di gestione che porti la differenziata a livelli superiori al 70%, gli enti sovraordinati devono dare inizio alle procedure per la costruzione dei termovalorizzatori e degli altri impianti e lo Stato centrale deve incentivare le pratiche di riduzione del rifiuto ed avviare la riconversione degli impianti di produzione affinché ci si avvii verso una nuova rivoluzione industriale che rappresenti la vera green economy e consenta, di qui a qualche decennio, di ottenere che tutto quel che viene immesso nel commercio sia interamente riciclabile”. Per il terzo anno consecutivo i Circoli dell’Ambiente parteciperanno alla Settimana Europea di Riduzione del Rifiuto: “Crediamo nell’iniziativa ed anche quest’anno saremo in tutta Italia con i nostri Sportelli Informativi Ambientali per spiegare perché e come ridurre e differenziare i rifiuti distribuendo i materiali del progetto ‘Il Nostro Rifiuto, la Vostra Risorsa’, che presenteremo alla Camera il 22 novembre in conferenza stampa. Ma siamo consapevoli che tutte le pratiche virtuose messe in campo dai cittadini non saranno sufficienti: in Paesi molto più attenti alla tutela dell’ambiente si è arrivati ad una riduzione pari al 2%, percentuale irrisoria; in Italia possiamo arrivare a numeri ben più importanti e forse addirittura alla doppia cifra, perché produciamo davvero troppo rifiuti, ma ciò non renderebbe superflui gli impianti, come vorrebbero farci credere alcuni santoni”.

CRESCITA SOSTENIBILE PER AGGREDIRE LA CRISI ECONOMICA: LE SOLUZIONI DA MIX ENERGETICO, AUTO ELETTRICA ED INFRASTRUTTURE ADEGUATE.

CRESCITA SOSTENIBILE PER AGGREDIRE LA CRISI ECONOMICA: LE SOLUZIONI DA MIX ENERGETICO, AUTO ELETTRICA ED INFRASTRUTTURE ADEGUATE.

(4 ottobre) – Si è svolto ieri l’evento “Dalla Crisi Economica alla Crisi Ambientale”, organizzato dai Circoli dell’Ambiente presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati: con illustri ospiti si è parlato della crisi energetica, della crisi infrastrutturale e della crisi dell’ambientalismo tradizionale.

“L’altissimo livello del dibattito ha offerto nuovamente spunti importanti, ma sono emerse anche la prime risposte: è necessario aggredire la crisi economica con una crescita sostenibile, garantendo ed anzi migliorando il livello del benessere dei cittadini, ma ricordando che esso è direttamente proporzionale al fabbisogno energetico, che va soddisfatto attraverso la differenziazione delle fonti” ha dichiarato Alfonso Fimiani, Presidente dei Circoli. “In Europa tutti dicono che è finito il viaggio di nozze delle rinnovabili, ben pagato e finanziato dagli incentivi. Per me ogni soluzione seria non può prescindere dal nucleare, fonte che io amo definire industrialmente rinnovabile” ha affermato il Prof. Giuseppe Quartieri, Presidente del Comitato Scientifico dei Circoli. Giuseppe George Alesci, Direttore Comunicazione di Nissan, ha illustrato le caratteristiche e la eco compatibilità dell’auto elettrica Leaf, messa a disposizione degli ospiti, che ne hanno potuto ammirare la linea e le prestazioni al di fuori della Sala: “La crisi è aggravata dalla mancanza di fiducia e questo discorso riguarda anche i giovani. La nostra è una strategia sana, coerente, rigorosa e frugale. Abbiamo intenzione di immettere sul mercato italiano un volume significativo di prodotti ecologici: in altri Paesi l’auto elettrica comincia già ad avere una diffusione importante (Giappone 17.700 unità; Norvegia circa 2.000, ndr)”. L’On. Daniele Capezzone, stimolando il dibattito sui temi dell’agroalimentare e dell’edilizia, si è definito “militante di questa buona causa” e si è assunto l’impegno di portare all’attenzione del PdL i temi dell’ambientalismo sostenibile: “Nei prossimi mesi per i partiti si porranno i problemi di quali questioni, quali proposte, quali contenuti proporre: io credo che ci sia lo spazio per provare a fare breccia e per la prima volta inserire le questioni che voi analizzate tra quelle che il centrodestra sceglierà di mettere al centro del proprio programma”. L’On. Roberto Tortoli, presente all’ultimo dibattito, si è così espresso: “Il caso Ponte di Messina è emblematico: se avessimo un sistema viario e ferroviario articolato ed adeguato convinceremmo l’Europa che il Ponte è un’opera strategica. La sua costruzione consentirebbe anche nell’immaginario collettivo mondiale ci avrebbe fatto fare un salto di qualità enorme: non sarebbero esistiti più Sud e Nord ed avrebbe consentito il superamento di tanti preconcetti. Nelle infrastrutture nel nostro Paese c’è stata una sfida di tipo ideologico: a Firenze la metropolitana è diventata di destra e la tramvia di sinistra. Il problema delle infrastrutture è renderle compatibili con il paesaggio: la natura è antropizzata e la questione vera è l’urbanizzazione e l’utilizzo del suolo”.

DANIELE CAPEZZONE A CONFRONTO CON I CIRCOLI DELL’AMBIENTE

DANIELE CAPEZZONE A CONFRONTO CON I CIRCOLI DELL’AMBIENTE.

 

(1 ottobre) – Daniele Capezzone, Portavoce del Popolo della Libertà, parteciperà all’evento “Dalla Crisi Economica alla Crisi Ambientale” organizzato dai Circoli dell’Ambiente il 3 ottobre presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati: sarà intervistato dal Presidente dell’associazione, Alfonso Maria Fimiani, sul tema de “La Crisi dell’Ambientalismo”.

“Siamo tutti grati all’On. Capezzone per la disponibilità che ha sempre mostrato nei nostri confronti: in un momento come quello attuale il dialogo è l’unico mezzo per il recupero del necessario rapporto di fiducia tra la politica e la società civile” ha dichiarato Fimiani, che continua: “Di certo le domande non saranno accomodanti: tratteremo temi scottanti come il TAV, l’Ilva, l’Alcoa, ma chiederemo anche un impegno, da parte del PdL, a presentare alle prossime elezioni regionali in Sicilia e nel Lazio e politiche un programma che ponga al centro la ‘Crescita Sostenibile’, la proposta di sviluppo che abbiamo inserito nel nostro Manifesto, presentato il 26 settembre alla Camera dei Deputati. Non possiamo non essere critici con chi ci amministra, a tutti i livelli” conclude “e dopo l’annuncio del Ministro Clini della chiusura di ogni pratica riguardante il Ponte sullo Stretto lo siamo ancor di più nei confronti del ‘Governo Tecnico’. Al contempo, sia chiaro, prendiamo le distanze da ogni forma di anti-politica, che nella storia dell’Ambientalismo italiano, quello dei ‘NO a prescindere’, ha imperato per mezzo secolo: io credo che l’impegno e l’entusiasmo dei nostri Giovani sia la miglior risposta all’antipolitica ed il fatto che tale risposta venga non dalla politica stessa, ma dalla società civile, mi preoccupa non poco”.

 

 

 

La S.V. è invitata a partecipare a

 

“DALLA CRISI ECONOMICA

ALLA CRISI AMBIENTALE”

3 ottobre 2012

Sala Delle Colonne – Camera dei Deputati

Roma – Via Poli n. 19

 

Ore 9.30

La Crisi Energetica

 

Intervengono

Damiano Balzarini

Rosanna Cerbo

Sen. Andrea Fluttero

Giuseppe Quartieri

Ettore Ruberti

Paolo Saraceno

Modera

Iris Pellegrini

 

Ore 12.00

La Crisi dell’Ambientalismo

 

Alfonso Maria Fimiani

Intervista

Daniele Capezzone

 

 

Ore 15.30

La Crisi Infrastrutturale

 

Intervengono

Damiano Balzarini

Giampiero Joime

Romeo La Pietra

Attilio Lombardi

On. Roberto Tortoli

 

In attesa di conferma

ACEA

Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani

 

Modera

Ludovica Scarpone

 

 

 

 

Per l’ingresso è necessario accreditarsi inviando i propri dati a segreteria@icircolidellambiente.it entro e non oltre il 1.10.2012.