Tag: Alta Velocità

CIRCOLI AMBIENTE: TAV, BENE RASSICURAZIONI GENTILONI-MACRON.

 

« Le parole del Presidente del Consiglio Gentiloni e del Premier francese Macron sono musica: la conferma dell’impegno a completare un’opera strategica ci rassicurano sul futuro del nostro Paese. Eravamo abituati ad una Sinistra che distruggeva in cinque minuti le grandi opere pubbliche che venivano concepite in cinque anni: il buon senso dei Partiti di Governo ha prevalso e possiamo solo sperare che non si ripetano le fallimentari esperienze estremiste del passato che hanno portato al blocco della progettazione e costruzione del Ponte sullo Stretto, per il quale tanto si era speso il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, all’epoca Commissario ». È quanto ha dichiarato Alfonso Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente, che continua: « Sono passati alcuni anni ormai da quando abbiamo presentato in un importante convegno alla Camera dei Deputati i Comitati Sì TAV promossi dai nostri Circoli: continuiamo a sostenere le nostre posizioni con sempre maggiore convinzione. La tratta Torino-Lione consentirà all’Italia di non restare isolata dal resto dell’Europa, immettendosi sul Corridoio 3 o, se verrà ripristinato il progetto originario, come ci auguriamo, sul Corridoio 5 Kyev-Lisbona. Non va sottovalutato, dall’altro lato, il deficit infrastrutturale del Sud: da anni invochiamo la costruzione di una linea di Alta Velocità che da Salerno si estenda fino a Palermo e che colleghi anche la punta estrema della Puglia ».

BENE RASSICURAZIONI FRANCIA SU TAV, DA LORO ESISTE AMBIENTALISMO RAGIONEVOLE

CIRCOLI AMBIENTE: BENE RASSICURAZIONI FRANCIA SU TAV, DA LORO ESISTE AMBIENTALISMO RAGIONEVOLE.

 

(13 luglio) – Dopo l’annuncio di Le Figaro del taglio dei fondi per la Torino-Lione, arriva la prima smentita, seppur indiretta, da parte dell’ambasciatore Alain Le Roy e riportata dal Commissario Straordinario Mario Virano.

“Francamente ritengo che una presa di posizione da parte di Hollande sia superflua: diffido sempre, per deformazione professionale, degli annunci-spot e credo che, in ogni caso, la Francia, dopo aver sottoscritto l’accordo programmatico ed aver preso l’impegno di fronte a tutta l’Europa, non possa tirarsi indietro ed opporsi al completamento del Corridoio 5 Lisbona-Kiev, che non è una infrastruttura nata da un capriccio di una risicata maggioranza, ma una infrastruttura indispensabile per l’integrazione e lo sviluppo dell’intera Unione Europea”. È quanto ha dichiarato Alfonso Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente, che continua: “La Francia ha sempre dimostrato grande serietà e sensibilità verso le tematiche ambientali ed è anzi il Paese pioniere a cui bisognerebbe più spesso ispirarsi. La Charte de l’Environnement, il loro Codice, il loro ambientalismo partecipato ed anche e soprattutto il senso di responsabilità messo sempre in campo dalle loro associazioni di categoria andrebbero importati immediatamente in questa nostra Italia, troppo spesso vittima ed ostaggio di pochi violenti che hanno tutt’altro interesse rispetto a quello della salvaguardia dell’ecosistema. L’ambientalismo ragionevole francese non dice ‘NO’ all’Alta Velocità ed all’Alta Capacità. Il nuovo ambientalismo ragionevole italiano si sta adeguando: è per questo che lo scorso 22 marzo abbiamo presentato alla Camera i Comitati Sì-TAV. Le infrastrutture sono volano e simbolo di crescita e sviluppo, non possiamo rinunciarvi. La nostra battaglia per portare il TAV fino a Palermo non si arresterà, così come non abbandoneremo quella per il Ponte sullo Stretto: nonostante non sia ritenuto prioritario dall’attuale Governo, è un’opera grandiosa che rilancerà il ‘Marchio Italia’ in giro per il Mondo e consentirà che non ci siano più cittadini di Serie A e cittadini di Serie B”.

CIRCOLI AMBIENTE: TOLLERANZA ZERO CONTRO VIOLENZA CHE SI NASCONDE DIETRO NO TAV

CIRCOLI AMBIENTE: TOLLERANZA ZERO CONTRO VIOLENZA CHE SI NASCONDE DIETRO NO TAV.

(28 giugno) – “Ancora pietre e petardi lanciati da un gruppo di incappucciati contro le forze dell’ordine: qui la difesa dell’ambiente non c’entra davvero nulla! Ora basta! Tolleranza zero contro i violenti che si nascondono dietro i NO TAV: sia la parte genuina dei manifestanti ad isolarli e prenderne le distanze immediatamente e lo Stato intervenga per punirli!”. È la reazione di Alfonso Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente, alla notizia del nuovo blitz in Val di Susa: “Non possiamo pensare di rimanere tagliati fuori dal mercato europeo, inteso a trecentosessanta gradi: sarebbe pura follia e neanche prendo in considerazione la possibilità. L’Alta Velocità e l’Alta Capacità sono irrinunciabili ed è per questo motivo che abbiamo fondato e presentato alla Camera, lo scorso marzo, i Comitati Sì-TAV, che stanno nascendo in tutta la Penisola: le infrastrutture sono volano e simbolo di crescita e sviluppo, non possiamo rinunciarvi. La nostra battaglia per portare il TAV fino a Palermo non si arresterà, così come non abbandoneremo quella per il Ponte sullo Stretto: nonostante non sia ritenuto prioritario dall’attuale Governo, è un’opera grandiosa che rilancerà il ‘Marchio Italia’ in giro per il Mondo e consentirà che non ci siano più cittadini di Serie A e cittadini di Serie B”.

www.icircolidellambiente.it

https://circolidellambienteblog.wordpress.com/  (Blog dei comunicati stampa)

segreteria@icircolidellambiente.it

+39 393 1031722