CIRCOLI AMBIENTE: DOPO REFERENDUM UNA PROPOSTA DI LEGGE SUGLI IDROCARBURI.

di Circoli dell'Ambiente - Rassegna Stampa

CIRCOLI AMBIENTE: DOPO REFERENDUM UNA PROPOSTA DI LEGGE SUGLI IDROCARBURI.

« Durante l’intera campagna referendaria abbiamo dichiarato più e più volte che la norma sottoposta al voto popolare era scritta male, pertanto non andava cancellata, ma modificata: se il Governo lo avesse fatto in tempo, avremmo risparmiato tanti soldi dei contribuenti spesi per un referendum inutile. L’unico dato positivo è che gli Italiani hanno acquisito maggiore consapevolezza in materia di politica energetica ed hanno bocciato definitivamente l’Ambientalismo dei “NO a prescindere”. Ciò non toglie che oltre dieci milioni di persone si sono recate alle urne per dire che quel testo normativo, così com’è, non piace e noi vogliamo chiedere anche a loro di sostenere la nostra iniziativa ». Sono le parole di Alfonso Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente, che continua: « Dopo aver indicato i principi da seguire, di fronte all’inerzia degli interlocutori istituzionali, abbiamo deciso di scrivere una sintetica proposta di legge che serva a reintrodurre espressamente le procedure per le proroghe alle concessioni di ricerca e coltivazione di idrocarburi previste dalla Legge 9 del 1991 e siamo felici che Parlamentari sensibili alla tematica abbiano deciso di sposarla e farla propria, consentendoci di presentarla ed illustrarla alla Camera dei Deputati. Abbiamo inoltre chiesto di abolire il comma 3 dell’articolo 19 D.Lgs. 625 del 1996, che istituisce una franchigia sull’aliquota: credo sia una battaglia condivisa da tutto il fronte ambientalista e spero che altri vorranno condividerla ».

I Circoli dell’Ambiente ed i Parlamentari firmatari presenteranno la proposta di legge presso la Sala delle Conferenze Stampa della Camera dei Deputati il giorno 11 maggio 2016 a partire dalle ore 11:00.