CIRCOLI AMBIENTE: CASO GUIDI NON INFLUENZI VOTO REFERENDUM.

di Circoli dell'Ambiente - Rassegna Stampa

«A noi delle lotte intestine al PD e dei problemi del Governo o dei Ministri non interessa alcunché: vogliamo concentrarci sul quesito referendario e tentare di far capire agli Italiani che non voteremo sulla possibilità di concedere nuove autorizzazioni per nuove trivellazioni, ma che la vittoria dei ‘Sì’ ci impedirebbe di estrarre le nostre materie prime che, altrimenti, dovremmo acquistare dall’Estero ed in particolare da Paesi la cui instabilità socio-politica ci preoccupa seriamente». È quanto ha dichiarato Alfonso Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente, che continua: «Sono un avvocato e sono garantista: fin quando non avrò letto tutte le carte processuali non esprimerò giudizi sommari. Peraltro mi risulta che Federica Guidi, che ho sempre stimato come persona, come imprenditrice e come dirigente di Confindustria, non sia neanche indagata: questa intercettazione del dicembre del 2014 che viene fuori a due settimane dal referendum serve solo a creare un gran polverone, ma non può e non deve distogliere l’attenzione degli Italiani dal merito della questione e non può e non deve influenzare l’esito del referendum».