A ROMA IL CAR SHARING SENZA AUTO ELETTRICHE; A PARIGI DIPENDENTI PAGATI PER ANDARE A LAVORO IN BICI

di Circoli dell'Ambiente - Rassegna Stampa

CIRCOLI AMBIENTE: A ROMA IL CAR SHARING SENZA AUTO ELETTRICHE; A PARIGI DIPENDENTI PAGATI PER ANDARE A LAVORO IN BICI.

Ci aspettavamo molto di più dal progetto ‘Car2go’ presentato a Roma dal Sindaco Ignazio Marino: lo avevamo seguito da vicino ed avevamo sperato fino all’ultimo di poter apprezzare qualcosa di davvero innovativo rispetto ad un tradizionale servizio di ‘car sharing’;

invece, per dirla a tutta, a noi sembra che a questa iniziativa manchi il famigerato ‘quid’, sia carente di originalità e pianificazione. In occasione di uno dei nostri convegni tenutosi presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati avevamo proposto un modello ben diverso di mobilità sostenibile, che avrebbe dovuto sfruttare a pieno le potenzialità dell’utilizzo dell’auto elettrica in centro, ma apprendo dagli organi di stampa che l’introduzione di tali innovazioni è stata ancora una volta limitata e comunque rimandata”. Sono le parole di Alfonso Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente, che continua: “In ogni caso, non mi pare il miglior modo di decongestionare il traffico della Capitale: mentre a Roma si punta al car sharing, a Parigi il Ministro dei Trasporti Cuvillier presenta un piano per la ciclabilità che prevede investimenti per la sicurezza ed incentivi economici ai dipendenti che vanno a lavoro in bici lasciando a casa l’auto, adottando un modello già in uso da anni nei Paesi del Nord Europa e che in Italia non è mai stato preso in considerazione a causa della scarsa sensibilità dei nostri politici”.