ENERGIA E INQUINAMENTO: IL RISVOLTO SOCIALE

di Circoli dell'Ambiente - Rassegna Stampa

L’Associazione Culturale M.ARTE  in collaborazione con i Circoli dell’Ambiente e della Cultura Rurale

 è lieta di invitare la S.V. al convegno

ENERGIA E INQUINAMENTO: IL RISVOLTO SOCIALE

Sabato 26 maggio 2012 dalle ore 16:00

Sala Polifunzionale del Museo Crocetti in Via Cassia, 492 – Roma

Coordinati dal fisico Professor Giuseppe Quartieri,

Presidente del Comitato Scientifico dei Circoli dell’Ambiente

ne parleranno

Prof. Paolo Saraceno, IAPS-INAF:

Energia e clima.

 

Prof. Pierangelo Sardi,  Psicologo :

Gli psicologi italiani ed europei fra rifiuto del nucleare e dipendenza dalle fonti fossili.

 

Ing. Massimo Sepielli, Dirigente ENEA:

Situazione internazionale e  attività  di  ricerca, per il  sociale,nel nucleare da fissione.

 

Ing. Giorgio Prinzi, Presidente CIRN:

Il costo della rinuncia al nucleare (costo sociale).

 

Prof. Gianni Mattioli, Uniroma1, Meccanica quantistica: 

Per l’energia nucleare un alto livello di ricerca.

 

Dr Sergio Bartalucci,  INFN

Tecnologia d’avanguardia nella decontaminazione ambientale.

 

          TAVOLA ROTONDA

Giuseppe Quartieri

Stefano Bellucci, INFN; Giuliana Conforto, Astrofisica;

Piero Quercia, Biologo INFN; Alfonso Fimiani, Presidente Circoli dell’Ambiente,

Prof. Mariano Bizzarri, Uniroma 1, Prof. Agostino Mathis, Uniroma 1, Giulio Valli , ENEA

 

Conclusioni  e Chiusura lavori

 

Convegno su

Energia e inquinamento: il risvolto sociale “.

Promosso dalla M. ART, questo Convegno pomeridiano si terrà presso il Museo Crocetti Via Cassia, 492 Roma, il giorno 26 maggio 2012. Hanno dato il loro supporto intellettuale le seguenti organizzazioni: Circoli dell’Ambiente e della Cultura Rurale, AFF (Associazione Fisica di Frontiera), CIRN (Comitato Italiano per il Rilancio del Nucleare). L’evento, ideato d’intesa con Eutimio Ranieri Presidente dell’Associazione M.ART, si prefigge i seguenti obiettivi di fondo:

  1. delineare lo stato della ricerca energetica al fine di potere inferire una solida base di sviluppo del nuovo piano energetico/ambientale per il “sociale”;
  2. analizzare gli effetti negativi dalla rinuncia alla fonte energetica nucleare da fissione.
  3. delineare il problema della efficienza e risparmio energetico e il grande ribollire di nuove idee e possibilità energetiche.

Il nuovo programma energetico focalizzato al gas e all’energia alternative trova forte supporto nella industria energetica italiana ma dimentica chiaramente l’argomento dell’inquinamento cittadino e del nucleare. Tra l’altro, per l’emergenza da “Spread” i Ministri tecnici non hanno remore a dilapidare le poche risorse fossili italiane saggiamente conservate da decenni come riserve strategiche. Cosí il piano energetico viene tutto incentrato sullo sviluppo del gas e delle energia rinnovabili (solare ecc).

Con approccio sistemico globale alla problematica dell’energia ed inquinamento cittadino il Convegno tenta di presentare idee ed esperienze multidisciplinari di scienziati e professionisti nel campo energetico che si interrogano, in accordo con le libertà costituzionali, sul miglior modo di attuare il nuovo piano energetico/ambientale per il sociale presentato dal Ministro.

Si è tenterà quindi di dare un contributo di idee, di analisi e, se si può, di proposte innovative sulla pianificazione energetica e ambientale delineato dal Ministero dello Sviluppo per il futuro del Sistema-Italia. Saremmo onorati se Lei, o un Suo delegato, potesse partecipare all’evento. In attesa di una gentile risposta, nel ringraziarLa, Le inviamo i nostri più cordiali saluti.

COMITATO PROMOTORE