NASCE A ROMA IL COORDINAMENTO DELL’AMBIENTALISMO RAGIONEVOLE

di Circoli dell'Ambiente - Rassegna Stampa

NASCE A ROMA IL COORDINAMENTO DELL’AMBIENTALISMO RAGIONEVOLE

 

(Roma, 23 gennaio) – Il Coordinamento dell’Ambientalismo Ragionevole si riunirà a Roma, il prossimo 26 gennaio, presso la sede dell’Associazione Mareamico, in Piazza Benedetto Cairoli.

Oltre 18 organizzazioni, aventi matrici culturali omogenee e, per la maggior parte, riconosciute dal Ministero dell’Ambiente, si sono date appuntamento per la Prima Assemblea Costituente con l’intento di dar vita ad una struttura stabile e sinergica, che possa consentire l’armonizzazione delle iniziative in materia ambientale.

 

Abbiamo aderito immediatamente e con entusiasmo all’appello lanciato da FISPMED ed abbiamo collaborato all’organizzazione di questo primo appuntamento” spiega Alfonso Maria Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente, “perché crediamo in un nuovo Ambientalismo, razionale, scientifico, lontano da ogni estremismo e fondamentalismo. Credo che il referendum del giugno 2011 abbia sancito una netta frattura tra un Ambientalismo vecchio, retrogrado e volgente al tramonto e l’Ambientalismo sostenibile, capace di andare ‘Oltre ogni NO’, che è il nostro slogan, e di questa nuova concezione noi dei Circoli dell’Ambiente, gli unici soggetti referendari pro-astensione legittimati, siamo stati capofila”.

 

“Nel nostro Paese si è sviluppata, nel tempo, una forte dicotomia tra chi, da un lato declina le problematiche ambientali con un approccio catastrofista, allarmista e privo di reali soluzioni e chi, dall’altro, sostiene la convinzione che con la tecnologia si possano risolvere tutti i nostri problemi presenti e futuri, ad esempio, sfamare 12miliardi di persone” – si legge in una nota diffusa dall’ufficio stampa del Coordinamento – “Esiste, secondo noi, una terza chiave di lettura che si pone nel mezzo tra questi due estremismi. Una via che l’anima ambientalista del movimento liberale, liberista e riformatore, dovrebbe adottare partecipando in modo determinante, al rinnovamento della politica e basando la sua attività sulla scienza e sulla logica, rifiutando il sensazionalismo, la disinformazione e la paura, lo statalismo ambientale, la pianificazione centralistica del territorio, e quel bizantinismo legislativo, che ha contribuito a produrre l’illegalità ambientale diffusa nel nostro Paese.”

 

“In un momento così complesso per l’economia del nostro Paese e per la rappresentanza della politica nelle istituzioni è necessario, e non procrastinabile, che le persone di buona volontà inizino a lavorare, in sinergia, per sostenere uno sforzo straordinario per la ripresa. Orientare questo lavoro secondo i principi dello sviluppo sostenibile, può determinare scelte e strategie per il futuro del Paese di grande effetto e fascino per le migliaia di cittadine e cittadini, preoccupati e confusi, desiderosi di soluzioni che aumentino la qualità e le prospettive di una vita soddisfacente e serena”, ha dichiarato Roberto Russo, Presidente di FISPMED e promotore dell’iniziativa.

 

Alla Prima Assemblea Costituente del Coordinamento dell’Ambientalismo Ragionevole, parteciperanno anche alcuni Parlamentari interessati a dare il loro sostegno all’iniziativa.

 

Saranno presenti le seguenti Associazioni:

v  Accademia Kronos AK

v  Agriambiente

v  Ambiente Domani

v  Ambiente e/è Vita

v  ANEV

v  ANTER

v  Arcipelago (Ass. italiana protezione, sviluppo e difesa ambiente rurale)

v  Circoli dell’Ambiente e della Cultura Rurale Onlus

v  Fare Verde

v  Fispmed

v  Forza Verde

v  GALILEO 2001, per la libertà e la dignità della scienza

v  Liber’Ambiente

v  L’Umana dimora

v  Mareamico

v  MareVivo

v  Movimento Azzurro

v  Nimpha (Ass. Naz.le Ecologica Ambientale Scientifica Culturale Onlus)